Line@editoriale

Le logo des Presses Universitaires du Midi
Le logo d'Il Labotario
Le logo de l'Université Toulouse - Jean Jaurès

N° 004 - 2012 - Varia

[Sommario del numero]

[Scaricare il PDF]

Brenda Dunn-Lardeau

Gli umanisti dell’Italia del Rinascimento nelle collezioni dell’UQAM e di altri istituti pubblici e universitari montrealesi.

Abstract

The article introduces eight essays, later collected in a volume entitled: XVIth century Italian and Venetian printed works in the Rare Book Collection. The collection consists of eight bibliographical, philological and literary studies of eight volumes from the XVth and XVIth centuries, stored in the library of the University of Quebec (UQAM), in Montreal. The works range from poetry and historiography to mythology and theology and also translation of ancient works. The Canadian collection aims to illustrate the combined development of art, technique and ideas during the Italian Humanistic Age. The collection demonstrates not only how literary works of the time were intertwined, but also its subsequent impact on Quebec entering the modern age.

Riassunto

L’articolo presenta otto saggi, riuniti poi in un volume, Cinquecentine italiane e stampe veneziane nelle Collezioni dei Libri rari : otto studi bibliografici, filologici e letterari su otto volumi del XV e XVI sec. conservati presso il fondo dell’UQAM, l’Università del Québec a Montreal, e appartenenti ai generi più disparati, dalla poesia alla storiografia, dalla mitologia alla teologia, passando per la traduzione di opere antiche. La raccolta ha lo scopo di illustrare, attraverso l’esempio della Collezione canadese, lo sviluppo concatenato di arte, tecnica ed idee in Italia nell’era umanista e l’influenza che esse hanno avuto poi nella modernità del Québec.

Testo integrale

1Il Gruppo di ricerca multidisciplinare sui libri antichi (XV-XVIII sec.), fondato nel 2004, ha organizzato il 2 dicembre 2005 una prima giornata di studi su alcuni libri dei XV e XVI secoli, avente come tema « Il libro medievale e rinascimentale nelle collezioni dell’UQAM ». La giornata di studi è stata accompagnata da una mostra, « L’Umanesimo e gli editori francesi nel XVI secolo », che aveva l’onore di ospitare una ventina di edizioni parigine e lionesi, a cui ha fatto seguito nel 2006 la pubblicazione degli Atti della giornata e del Catalogo della mostra1.

2Il presente volume, che si colloca quindi all’interno dell’ondata di queste prime ricerche, aveva come tema iniziale « Cinquecentine italiane e stampe veneziane nelle Collezioni dei Libri rari »2. Anche a tali studi è stata poi accostata una mostra, presso i Libri rari dell’Università del Québec a Montréal (28 aprile-14 giugno 2010), di cui si possono ammirare le illustrazioni e consultare le note nel Catalogo alla fine del volume.

3È opportuno presentare in sintesi l’argomento degli otto articoli ed il loro interesse per settori quali la bibliografia, la storia, la cartografia, la letteratura e la spiritualità nel XVI secolo. I libri presi in esame evidenziano il ruolo principale dell’Italia come bacino sia del flusso delle idee della Rinascita, sia dell’arte e della tecnica della stampa umanista, le quali, di rimando, hanno favorito il diffondersi delle idee stesse. Essi sono quindi delle eloquenti testimonianze sugli stretti legami tra la letteratura e la cultura del mezzo espressivo in Italia ed in Francia, grazie ad una stimolante e fruttuosa translatio studii.

4Per quanto riguarda le peregrinazioni di tali libri fino in America, e all’approdo nella Collezione dell’UQAM, una volta editi nelle stamperie non solo di Venezia, ma anche di Firenze, di Parigi, di Tournon, di Basilea e di Anversa, ogni volume prende la sua strada, per lo più tortuosa. Data appunto la loro diffusione su scala europea, ecco come, mentre avanzavano le ricerche del nostro Gruppo sui frutti della letteratura e della cultura dell’Italia rinascimentale, si è imposto l’attuale titolo della raccolta (nonostante la taglia modesta del campionamento dell’UQAM). Vi è oltretutto la testimonianza che portano a turno gli ex-libris manoscritti di Francia, Spagna e Svizzera, risalenti per lo più al XVIII-XIX sec. (salvo un esemplare del XVII sec.) e realizzati soprattutto da collezionisti privati. In seguito gli otto libri sono giunti, sotto forma di dono o di acquisto, alla biblioteca della Scuola Normale Jacques-Cartier e in quella del Collegio Sainte-Marie, secondo quanto attestano i timbri. L’anno 1969 segna una nuova tappa e alla catalogazione del luogo di provenienza si aggiungono altre segnature : è questo l’anno, infatti, in cui le due istituzioni lasciano in eredità numerosi libri all’Università del Québec, in occasione della sua fondazione. Si sottolinei che sette degli otto libri provengono dal Collegio gesuita Sainte-Marie, mentre invece il Pomponius Mela era catalogato presso la biblioteca della Scuola normale Jacques-Cartier, di cui il primo direttore fu l’esperto bibliofilo Hospice-Anthelme Verreau.

5In occasione, quindi, della mostra di questi preziosi libri, abbiamo esposto anche il catalogo ragionato di Richard Virr e di Milada Vlach sulle edizioni aldine conservate all’Università McGill, con l’intento di segnalare i lavori di bibliografia testuale già esistenti sulle stampe degli editori umanisti italiani conservate a Montréal3. Per avere una visione completa delle collezioni di Montréal che conservano libri stampati in Italia durante il Rinascimento o di autori della Rinascita italiana (stampati in Francia o in altri paesi europei nel medesimo periodo, nella loro lingua d’origine o in traduzione), ci avviciniamo ad un primo spoglio di queste opere custodite in diverse biblioteche di Montréal. Si distinguono per le medesime caratteristiche, infatti, oltre ai libri delle Collezioni dell’UQAM e di McGill, alcuni volumi presenti nelle Collezioni dei Libri rari dell’Università di Montréal, dell’Università Concordia, della Biblioteca nazionale del Québec, nei fondi degli Archivi dei Gesuiti in Canada e della Biblioteca della Compagnia del Gesù, nelle biblioteche, infine, del Centro canadese d’architettura e del Museo Stewart.

6Ne approfittiamo per ringraziare il comitato di lettura e di revisione, Michel Casevitz e Marie-Eve Laurin, per la collaborazione e l’attenta lettura; vogliamo poi ringraziare Manuel Nicolaon, che ci ha assistito nella preparazione delle liste delle opere legate al Rinascimento italiano, e Virginie Harvey del Centro Figura, per l’accurata impaginazione del testo. La nostra gratitudine va anche agli addetti alla conservazione dei libri delle biblioteche di Montréal, per il loro sollecito aiuto. Senza dimenticare poi il CRSH e il vice-direttore agli affari pubblici e alle relazioni nazionali e internazionali dell’UQAM, per il loro sostegno finanziario in vista della realizzazione di questa nostra pubblicazione. Siamo infine grati a Benoît Kelly, responsabile dei Libri rari all’UQAM, che ha autorizzato la riproduzione gratuita delle illustrazioni delle opere provenienti dalle collezioni dell’UQAM, degli articoli e delle note del Catalogo. La sua costante collaborazione ai lavori del nostro Gruppo ne ha facilitato la realizzazione.

Presentazione degli articoli

7La storica Janick Auberger apre la strada con « Pomponius Mela nel 1482 : una Descrizione della Terra dieci anni prima della scoperta dell’America », un’approfondita analisi di vari aspetti dell’unico incunabolo veneziano che l’UQAM possiede (YG132).

8In esso sono conservate due opere : La Cosmographi Geographia di Pomponius Mela in tre libri (I sec. d.C., in latino) e il De situ orbis di Dioniso il Periegeta (II sec. d.C.), tradotto dal greco, in esametri latini, da Prisciano il Grammatico (a Costantinopoli, tra il V e il VI sec. d.C.). Quest’incunabolo, datato 15 agosto 1482, fu pubblicato a Venezia da Erhardt Ratdolt ed è decorato da una mappa anonima ma di grande interesse, rappresentante il mondo conosciuto all’epoca. L’esame dell’esamplare veneziano mette in luce l’obiettivo che si ponevano questo tipo di pubblicazioni e fa parellalemente il punto sulle conoscenze storico-geografiche del XV sec. Si tratta, infatti, di una raccolta che si struttura in tre livelli : un’opera romana del I sec., seguita da un’opera greca del II sec. (tradotta in latino nel V sec.), l’insieme pubblicato poi nel 1482 con l’aggiunta di una mappa dell’epoca, anacronistica rispetto ai due testi che accompagna. Janick Auberger esplora l’opera fino alle edizioni successive del XVIII e del XIX sec. conservate all’UQAM, intessendo con noi una stimolante riflessione sulla cartografia e la mitologia antica.

9Il medievalista Bruno Roy chiarisce un argomento delicato ne « La teologia morale come scienza esatta. Antonino il Fiorentino e gli inquinamenti notturni ».

10Ci ricorda lo studioso che la Summa di sant’Antonino è considerata da generazioni di confessori la suprema autorità in materia di teologia morale. Bruno Roy valuta la posizione d’Antonino nel suo capitolo sull’« inquinamento notturno », cioè l’eiaculazione non controllata di liquido seminale, questione che era già stata studiata dai Padri della Chiesa, tra cui Agostino e Tommaso d’Aquino. Il principio esposto da Antonino il Fiorentino è il seguente : durante il sonno la volontà è sospesa e non sussiste quindi peccato. Ma se colui che dorme, prima di abbandonarsi al sonno, si è lasciato andare a pensieri erotici o ad un eccesso di cibo, è indirettamente responsabile e commette peccato. Tale posizione, che riprende il pensiero di Tommaso d’Aquino, sara precisata nel XVI sec. dal suo principale commentatore, il cardinal Caetani. Una lista degli esemplari testimoni della Summa di sant’Antonino nelle biblioteche del Québec, riportata nel Catalogo di questo volume, mostra il considerabile numero di edizioni, incunaboli e post-incunaboli, conservati in ben quattro biblioteche.

11Il nostro contributo « Dall’evento storiografico all’evento letterario. La traduzione del 1556 del De rebus gestis Francorum di Paolo Emili » si affaccia su uno degli undici testimoni conosciuti della traduzione in francese (YDC75).

12Ricordiamo che lo storico italiano Paolo Emili (Paulus Æmilius o Paul Émile) era stato invitato in Francia nel 1499 da Luigi XII per scriver la storia della monarchia francese dalle origini fino al suo tempo. I metodi da storiografo umanista che gli erano propri gli valsero il soprannome di « Tito Livio francese ». Nel 1556, Jean Regnart ne fece una traduzione intitolata I primi cinque libri della Storia francese, pubblicata da Michel Fezandat a Parigi. Questa traduzione merita particolare attenzione in particolare per le composizioni paratestuali poste a cornice dell’opera principale : un’ode di Étienne Jodelle e un’elegia di Jacques Tahureau (entrambe in francese), dei distici latini di Jean Dorat, seguiti da otto sestine in francese, ed una quartina in latino d’un poeta che si firma con lo pseudonimo di Callisto. Si aggiungono poi gli omaggi di due umanisti delle province, gli endecasillabi latini di Gérard Sepin e il sonetto in francese di Pierre Tredehan. Questi annessi distinguono la traduzione dall’originale latino e la inscrivono in quello stesso spirito della Difesa e illustrazione del 1549 di Du Bellay e nella corrente umanista della Pléiade. Un rapido sguardo alla riedizione e alla riproposizione di quest’opera presso l’editore F. Morel nel 1581 chiarisce il ruolo letterario, ma soprattutto fortemente politico, di tali componimenti di cornice e definisce le linee della sodalitas umanista.

13Jean-François Cottier, latinista e medievalista, esamina « L’edizione di Anversa del 1576 delle opere complete di Battista Mantovano. Il caso del primo volume conservato all’UQAM » da una prospettiva di bibliografia testuale.

14L’autore ricorda che le composizioni latine del carmelitano Giovanni Battista Spagnoli (1447-1516), anche conosciuto come Battista Mantovano, furono molto apprezzate, fin da subito, permeate com’erano di forte classicismo e d’ispirazione cristiana. Da allora le edizioni dei testi del Mantovano si moltiplicarono attraverso tutta l’Europa durante il XVI sec., sotto forma di libri ma anche di piccoli prontuari destinati all’insegnamento del latino e della poesia. Tra questi ultimi troviamo un’edizione di Anversa dell’opera omnia pubblicata presso Jean Bellère nel 1576 in quattro volumi in-ottavo, che resta ancora oggi la più completa4. Dell’edizione di Anversa l’Università del Québec a Montréal possiede il primo dei quattro volumi (Ioannes Bellerus, 1576 [YPA233 t.1]), il quale pone un interessante problema bibliografico, per i suoi legami con l’edizione pubblicata tre anni prima a Francoforte (1573) e per la coesistenza di due varianti editoriali. L’articolo di Jean-François Cottier tenta, in un primo momento, di ritracciare le fila della storia del volume, situandolo all’interno delle istanze politiche e religiose contemporanee, per poi studiare più nel dettaglio i rischi del suo destino. Questo studio illustre non si può più …. chiaramente il ruolo dei fattori esterni all’opera, nonostante essi abbiano il potere di determinare il successo o la disfatta commerciale dell’opera, anche quando, come nel caso di cui si occupa il nostro collega, sia stata redatta in un’epoca precedente alle guerre di religione.

15Lucia Manea espone il suo articolo « Sotto il segno della varietas, la costruzione di una rete umanista. Le Variarum lectionum librii XXXVIII (Firenze, 1582) di Pietro Vettori » secondo parametri bibliografici e di storia letteraria.

16Il meticoloso esame dell’esemplare delle Variarum lectionum libri XXXVIII (1582) del fiorentino Pietro Vettori (Pietrus Victorius, 1499-1585), fiore all’occhiello della Collezione dei Libri rari dell’Università del Québec a Montréal (YPA79), è l’occasione di descrivere quest’opera del Rinascimento italiano e di mostrarne la fortuna. La nuova edizione delle celebri variae lectiones riunisce e corregge le edizioni precedenti del 1554 (in XXV libri) e del 1569 (in XIII libri). Frutto di una vita dedicata all’insegnamento e alla filologia, le variae lectiones del Vettori s’inseriscono nella tradizione umanista e filologica dei commentari dedicati alle varianti e alle correzioni d’autori greci, fondamentali tra l’altro per la comprensione degli autori latini. La varietas – la variante e la varietà – rappresenta il principio estetico e organizzatore della materia delle trentotto lezioni, il tratto che ne contraddistingue i diversi elementi (l’etereogenità, la molteplicità, le corrispondenze intertestuali). Per Lucia Manea queste lezioni, che propongono delle riflessioni in costante evoluzione sui manoscritti antichi di cui Vettori immagina l’edizione scientifica, sarebbero un altrove del testo. Esse conservano le tracce delle lezioni del Vettori e degli scambi non solo con i suoi studenti, ma anche con i suoi assistenti, i suoi amici e collaboratori attraverso l’Europa, quella che fu una vera e propria rete umanista ed erudita. E, coerentemente, la varietas guinge a toccare il titolo dell’edizione finale.

17In « Natale Conti e le Mythologiae, sive explicationum fabularum, libri decem (1583). L’ancoraggio al Medioevo di un’opera rinascimentale », Françoise Guichard-Tesson mette insieme le sue qualità di latinista e di medievalista per portare alla luce l’imponente sostrato medievale di un’opera pedagogica pubblicata in pieno Rinascimento.

18La presenza all’UQAM di un esemplare delle Mythologiae di Natale Conti (YBL46) convince l’autore dello studio a situare l’opera nella ricca tradizione di riscrittura dei miti. In effetti le Mythologiae costituiscono una delle tre antologie di miti che vennero redatte in Italia durante la metà del XVI sec. e che saranno destinate ad un considerevole successo. Più precisamente l’Historia gentilium deorum di Lilio Gregori Giraldi (Basilea, Oporinus, 1548) e le Imagini colla sposizione degli Dei degli Antichi (Venezia, Marcolini, 1556) di Vincenzo Cartari apparvero qualche anno prima delle Mythologiae sivi explicationum fabularum libri decem di Natale Conti, del 1567. Dopo un breve accenno alla tradizione mitologica dalla tarda antichità a Boccaccio, seguito da una rapida presentazione dell’autore, l’articolo passa ad analizzare la storia delle edizioni e il posto occupato, in questa complessa tradizione, dell’esemplare del 1583 conservato all’UQAM. Françoise Guichard-Tesson si interessa poi alla struttura dell’opera e alle intenzioni dell’autore. È questa l’occasione per sottolineare la presenza di elementi ancora medievali e di quelli che invece la qualificano quale opera rinascimentale. Infine l’autore passa, con pertinenza, alla lettura che di questa summa ne hanno fatto i contemporanei e i lettori dei secoli successivi, perché, pur se contrastati dalla Chiesa, i miti affascineranno sempre e saranno fonte d’ispirazione nell’arte e nella letteratura.

19Con l’articolo intitolato « Decodifica universale dell’Inquisizione nella Chiesa post-tridentina. Il Directorium inquisitorum di Nicolas Eymerich (v. 1376) rivisto da Francisco Peña (1578-1585 » Claire Le Brun-Gouanvic, specialista di testi in latino e in francese medievale, esamina quel testo che fu punto di riferimento per gli inquisitori durante un lungo arco di tempo.

20Due le questioni di ampio respiro che l’articolo propone : il passaggio dal manoscritto alla stampa e il cambiamento dei metodi di lavoro, sia nella fase dell’edizione del testo che in quella di critica delle fonti, quando, all’interno del nuovo contesto della Controriforma, il concetto di Chiesa Universale si afferma. L’autore stabilisce con notevole destrezza le principali tappe della storia poco lineare del testo del Directorium Inquisitorum, composto nel 1376 circa dal domenicano Nicolas Eymerich, grande inquisitore d’Aragona. Stampato a Barcellona nel 1503, il Directorium resta un’opera di riferimento fino alla fine del XVI sec., quando il Senato dell’Inquisizione romana incarica il canonico spagnolo Francesco Peña di aggiornare il testo perché possa divenire guida universale. Tra il 1578 e nel 1585 due edizioni successive appaiono a Roma e, nel mentre, Peña ha rivisto il testo di Eymerich e rimaneggiato gli scolii della prima edizione. La presenza nelle Collezioni dell’UQAM di un esemplare dell’edizione veneziana del 1595 (BX1710E9 1595), che riproduce la seconda edizione romana, offre a Claire Brun-Gouanvic un’occasione per delinearne la bibliografia testuale ma anche per esaminare i metodi di lavoro del canonico, i suoi sforzi di classificazione dei dati e di verifica delle fonti, il rigore nell’istituire un testo critico. L’analisi pone anche il problema dello spazio lasciato all’eresia protestante nei commentari di Peña.

21L’articolo « Su un esemplare delle Lauretanae Historiae libri quinque del gesuita italiano Orazio Torsellino. La traversata di un libro e di un culto dall’Europa verso l’America », di Johanne Biron, costituisce una vera e propria indagine sull’opera e sul suo impressionante impatto nel Québec, la Nuova Francia.

22Nelle Lauretanae Historiae libri quinque [Tournon, 1605], Orazio Torsellino (1544-1599) traccia la storia del Santuario di Loreto, il santuario che racchiude tra le sue mura la Santa Casa, quella che sarebbe stata la dimora della Vergine Maria a Nazareth e che sarebbe giunta in Italia, a Loreto, trasportata miracolosamente dagli angeli, alla fine del XIII sec. Più dettagliata delle altre relazioni sullo stesso argomento pubblicate fino ad allora, la relazione di Torsellino ha goduto di un’ampia diffusione nell’Europa cattolica (oggetto di nuove edizioni e di diverse traduzioni). Questo studio esaustivo esamina i rapporti che sono sussistiti, nel XVI sec., tra la Compagnia del Gesù e il santuario di Loreto e sulle loro successive ramificazioni, nel XVII sec., fino nella Nuova Francia. Il fatto che l’esemplare analizzato si trovi all’Università del Québec a Montréal (YBX250), in uno dei fondi patrimoniali del Québec, sprona Biron ad esplorare i legami che esistono tra l’opera di Torsellino, inizialmente pubblicata a Roma nel 1597, e l’opera missionaria di un gesuita della Nuova Francia, padre Pierre-Joseph-Marie Chaumonot (1611-1693), il quale realizzò quell’intenzione, formulata in Italia nel 1637 presso il Santuario di Loreto, di battezzare una cappella in Canada con il nome di Nostra Signora di Loreto (Notre-Dame de Lorette), seguendo il piano della Santa Casa della Madre di Dio. È interessante poi come la questione del Santuario di Loreto nei testi gesuiti della Nuova Francia diventi strumento per un’esamina delle parentele esistenti tra questi scritti missionari e la storia in cinque libri del padre Torsellino : a cominciare dall’anno, per esempio, del quarto centenario del primo sbarco dei gesuiti francesi a Port-Royal in Acadia, il 22 maggio 1611, che è il medesimo anno della nascita di padre Pierre-Joseph-Marie Chaumonot, il 9 marzo 1611, colui che promise di diffondere il culto di Nostra Signora di Loreto nella Nuova Francia.

23Gli otto articoli che abbiamo riassunto confermano, se ce ne fosse stato bisogno, la necessità di studi approfonditi sulle stampe italiane del Rinascimento diffuse in Europa nel XVI sec. Lavori di tal genere svelano l’importanza che questi libri hanno avuto nella vita spirituale del Canada e nella storia dell’educazione nei collegi classici del Québec fino al XX sec., in quegli istituti che, impegnati nella diffusione della cultura antica greco-romana, si servivano di testi a stampa del XV e XVI sec. (come l’opera di Pomponius Mela, ad esempio). È interessante rendersi conto della loro diffusa vocazione didattica, prezioso deposito di quel sostrato di cultura medievale rivestita di abiti rinascimentali (si pensi al manuale per i confessori di Antonino il Fiorentino o alla raccolta di miti di Conti) sui quali soffia il vento della Controriforma (la guida per gli inquisitori d’Eymerich, la storia del culto della Madonna di Loreto di Torsellino). Se le poesie del Mantovano mostrano un sincretismo riuscito tra la forma umanista e il contenuto d’ispirazione cristiana, pur coltivando obiettivi pedagogici, altri rompono in modo più netto con i metodi del passato medievale, attraverso i nuovi metodi della filologia (le variae lectiones di Vettori) o della storiografia (la storia della monarchia francese di Paul Émile).

24Tale incursione dei membri del Gruppo di ricerca nei segreti di quest’ottetto di libri ci ha condotto allo spoglio di altri fondi di Montréal, che conservano opere legate all’umanesimo italiano, per sondare la loro portata e la loro diversità, e magari valutarne la specificità in rapporto ai fondi dell’UQAM.

Bibliografia

Elenco delle collezioni

Bibliothèque de l’Université du Québec à Montréal

Antonin le Florentin (XVe s.), Secunda pars Summe, Basileae, Johan de Amerbach, Johan Petri et Johan Froben, 1511. Collection des Livres rares : BJ 1249 A59.1511

Bolzani, Giovanni Pierio Valeriano (1477-1558), Hieroglyphica, seu de sacris aegyptiorum [...], Lugduni, apud Bartholomaeum Honoratum, 1586. Collection des Livres rares : YPJ4.

Conti, Natale (1520-1582), Natalis Comitis Mythologiae, sive explicationum fabularum, libri decem : in quibus omnia propè naturalis [et] moralis philosophiae dogmata continentur [...], Parisiis, apud Arnoldum Sittart, sub scuto Coloniensi, monte Divi Hilarij, 1583 (colophon : 1582). Collection des Livres rares : YBL46.

Émile, Paul (m. le 5 mai 1529), Les cinq premiers livres de l’Histoire françoise, traduits en françois du latin de Paul Aemile, par Ian Regnart Angevin A tres haut et puissant seigneur, Monseigneur Anne de Mommorenci, Per et Conestable de France, A Paris, de l’imprimerie de Michel Fezandat, 1556. Collection des Livres rares : YDC75.

Mantuanus, Baptista (1447-1516), I. Baptistæ Mantuani Carmelitæ, Theologi, Philosophi, Poetæ & Oratoris clarissimi, Opera omnia, in quattuor Tomos distincta, pluribus Libris aucta & restituta : quorum Index sequenti pagina continentur, Antverpiæ, apud Ioannem Bellerum, ad insigne Aquilæ aureæ, 1576. Collection des Livres rares : YPA233 t.1.

Nicolas Eymerich (132?-1399) et Peña, Francisco (154?-1612), Directorium Inquisitorum F. Nicolai Eymerici Ordinis Prædicatorum cum commentariis Francisci Pegñæ Sacræ Theologiæ ac Iuris Vtriusque Doctoris. In hac postrema editione iterum emendatum & auctum, & multis litteris Apostolicis locupletatum. Accessit Hæresum, Rerum et Verborum multiplex, & copiosissimus Index. Ad S.D.N. Gregorium XIII. Pont. Max., Venetiis, sumptibus Simeonis Vasalini, 1595 (colophon : apud Marcum Antonium Zalterium, 1595). Collection des Livres rares : BX1710E9 1595.

Pomponius Mela (Ier s. apr. J.-C.), Cosmographi Geographia, Venetiis, Erhardus Ratdolt, 1482. Collection des Livres rares : YG 132.

Torsellino, Horatio (1545-1599), Horatii Tursellini e Societate Iesu Lauretanae historiae libri quinque, [Tournon, Claude Michel, 1605]. Collection des Livres rares : YBX250.

Vettori, Pietro (1499-1585), Petri Victorii Variarum lectionum libri XXXVIII : ad Alexandrum Farnesium S.R.E. Cardinalem libri XXV, ad Ferdinandum Medicem S.R.E. Cardinalem libri XIII : quorum librorum veteribus editionibus addita sunt quaedam, pauca variata, Florentiae, apud Iunctas, 1582. Collection des Livres rares : YPA79.

Bibliothèque de l’Université McGill
Quelques exemples des 119 éditions aldines :

Archimède (v. 287 av. J.-C. - 212 av. J.-C.), Opera non nulla : circuli dimensio, de lineis spiralibus, quadratura paraboles, de conoidibus, & sphaeroidibus, de arenae numero a Federico Commandino nuper in Latinum conversa, et commentariis illustrata [...] / Archimedis, Venetiis, apud Paulum Manutium, Aldi F., 1558. Bibliothèque Osler : A673oL 1558.

Aristote (384 av. J.-C. - 322 av. J.-C.), Habentur hoc volumine haec Theodoro Gaza interprete : Aristotelis De natura animalium lib. ix, ejusdem De partibus animalium lib. iiii, ejusdem De generatione animalium lib. V, Theophrasti De histioria [sic] plantarum lib. ix, et decimi principium duntaxat, ejusdem De causis plantarum lib. vi, Aristotelis Problemata [...] Alexa[n]dri Aphrodisiensis P[ro]blemata duobus libris no[n] unqua[m] ante i[m]pressa eode[m] Theodoro i[n]terp[re]te [...], [Venetiis, in aedibus Aldi, & Andreae Asulani soceri, mense Februario, 1513]. Livres rares et Collections spécialisées : PA3604 A1 1513.

Castiglione, Baldassarre (1478-1529), Il libro del cortegiano del conte Baldesar Castiglione : nuovamente stampato, et con somma diligenza revisto, In Vinegia, in casa de’ figliuoli di Aldo, nell’anno 1541. Livres rares et Collections spécialisées : BJ1604 C3 1541.

Catulle (Ier s. av. J.-C.), Catulus [sic]; Tibullus; Propertius, Venetiis, in aedibus Aldi, mense Ianuario, 1502. Livres rares et Collections spécialisées : PA6274 A2 1502.

Celse (v. 25 av. J.-C. - v. 50 apr. J.-C.), In hoc volumine haec continentur [...] Medicinae libri. VIII. quam emendatissimi, Graecis etiam omnibus dictionibus restitutis. Quinti Sereni Liber de medicina [...] Accedit index in Celsum, et Serenum [...], [Venetiis, in aedibus Aldi et Andreae Asulani soceri, 1528]. Bibliothèque Osler : C3948d 1528.

Cicéron (106 av. J.-C. - 43 av. J.-C.), Marci Tullii Ciceronis Officiorum libri tres : Cato major, vel De senectute; Laelius, vel De amicitia; Paradoxa stoicorum sex; Somnium Scipionis, ex libro sexto De republica : quae qui leget, facile, quantum in ijs emendandis studium sit adhibitum, intelliget : additae sunt in extremo opere variae lectiones e libris manuscriptis, et ex ingenio, Venetiis, apud Aldi filios, mense Martio, 1545. Livres rares et Collections spécialisées : PA6295 A3 1546.

[Église catholique] Canones, et decreta sacrosancti oecumenici, et generalis Concilii Tridentini : sub Paulo III, Iulio III, Pio IIII, Pontificibus Max, Romae, apud Paulum Manutium, Aldi f., 1564. Livres rares et Collections spécialisées : BX830 1545 A2 1564.

Érasme (1467-1536), Erasmi Roterodami Adagiorum chiliades tres, ac centuriae fere totidem [...] Ald. studiosis. s.; quia nihil aliud cupio [quam?] prodesse uobis studiosi [...], Venetiis, in aedibus Aldi, 1508. Livres rares et Collections spécialisées : PN6410 E8 1508.

Estienne, Charles (1504-v. 1564), L’agricoltura et casa di villa de Carlo Stefano [...] : Nuovamente tradatto dal cavaliere Hercole Cato, con tre tavole, una de ’ capitoli : l’altra delle cose appartenenti alle medicine, Vinegia, Aldus, 1581. Livres rares et Collections spécialisées Collection Blacker Wood Rare Books : RG 4E81 I.

Francesco Colonna (1433?-1527), Hypnerotomachia Poliphili : ubi humana omnia non nisi somnium esse docet atque obiter plurima scitu sane quam digna commemorat, Venetiis, in aedibus Aldi Manutii, accuratissime, mense Decembri 1499. Livres rares et Collections spécialisées : Incun 1499 001.

Galien (n. v. 131), Galenou A[-E]. Galeni librorum pars prima [-quinta] [...], [Venetiis, in aedibus Aldi, et Andreae Asulani soceri, 1525]. Bibliothèque Osler : WZ 240 G153g 1525.

Julius Firmicus Maternus (IVe s.), Scriptores astronomici veteres / Julii Firmici [et. al.], Venetiis, cura, & diligentia Aldi Ro, 1499. Bibliothèque Osler : WZ 230 F524s 1499.

Léon Hébreu (1460-1521), Dialoghi di amore / composti per Leone medico, di natione Hebreo, et dipoi fatto Christiano, In Vinegia, in casa de’ figliuoli di Aldo, 1545. Livres rares et Collections spécialisées : B785 L33 D5 1545.

Māsawaih Al-Mārdīnī (924 ou 925-1015), I libri di Gio. Mesue dei semplici purgativi, et delle medicine composte : adornati di molti annotationi, & dichiarationi utilissimi [...] / novamente traduti [...] per M. Giacomo Rossetto in miglior forma, e dispositione ordinati di più commodo uso de’ medici, e di speciali, e d’altri [...], Venetiis, ex bibliotheca Aldina, 1589. Bibliothèque Osler : M5868Li 1589.

Pétrarque (1304-1374), Le cose volgari di messer Francesco Petrarcha / [et tolto con sommissima diligenza dallo scritto di mano medesima del Poeta, hauuto da m. Pietro Bembo], impresso in Vinegia, nelle case d’Aldo Romano, nel anno 1501. Livres rares et Collections spécialisées : PQ4476 B01.

Suétone (v. 70-v. 140), In hoc volumine haec continentur, C. Suetonij Tranquilli XII Caesares. Sexti Aurelij Victoris a D. Caesare Augusto usq[ue] ad Theodosium excerpta. Eutropij De gestis Romanorum lib. X., Pauli Diaconi libri VIII ad Eutropij historiam additi. Index reru[m] memorabiliu[m] p[er] singulos Tra[n]q[ui]lli Caesares, ab Ioa[n]ne Baptista Egnatio Veneto co[m]positus. Annotationes ejusdem Egnatij in omnes Tranquilli Caesares. Annotationes etia[m] Erasmi in Suetoniu[m], Eutropiu[m] & Paulu[m] Diaconum per literarum ordinem, Venetiis, in aedibus Aldi, et Andreae soceri, mense Maio, 1521. Livres rares et Collections spécialisées : PA6700 A2 1521.

Autres éditions sorties de presses autres qu’aldines :

Boccace (1313-1375), Le Decameron de Missire Iean Bocace Florentin. Nouvellement traduict d’Italien en Françoys par Maistre Anthoine le Maçon, conseiller du Roy, & tresorier de l’extraordinaire de ses guerres, [Paris], par la vefue Françoys Regnault [Madeleine Boursette] (colophon : Imprimé à Paris, par Guillaume Thibout), 1556. Livres rares et Collections spécialisées : PQ4272 F5 A34 1556.

Celse (v. 25 av. J.-C. - v. 50 apr. J.-C.), Cornelii Celsi De medicina liber, [Florence, Nicolaus [Laurentii], 1478]. Bibliothèque Osler : WZ 230 C394m 1478 (exemple B.O 287).

Henri VIII (1491-1547), Assertio septem sacrame[n]torum adversus Martin Lutherum, edita ab invictissimo Angliae, et Franciae rege, et domino Hyberniae, Henrico, ejus nominis octavo, Romae, apud F. Priscianensem Florentinum, 1543. Livres rares et Collections spécialisées : DJ H39.

Mercurio, Girolamo (m. 1615), La commare o raccogli [di] Scipion Mercurio, In Venetia, per Gio. Francesco Valuasense, 1686 [1596]. Bibliothèque Osler : M5568c 1686.

Platina, Battista (1421-1481), De honesta voluptate. De ratione victus, et modo vivendi. De natura rerum et arte coquendi libri X [...], [Parisiis], in aedibus Ioannis Parvi [ex officina M. Petri Vidouaei], 1530. Bibliothèque Osler : P716h 1530.

Ruscelli, Girolamo (m. v. 1565), A verye excellent and profitable booke conteining sixe hundred foure score and odde experienced medicines, apperteyning unto phisick and surgerie, long tyme practysed of the expert and Reverend Mayster Alexis [pseud.? Girolamo Ruscelli?], which he termeth the fourth and finall booke of his secretes, and which in hys latter dayes hee dyd publishe unto a universall benefit [...] Translated out of Italien into English by Richard Androse [...], London, Henry Denham, 1569. Bibliothèque Osler : R949vE 1569.

Tasso, Torquato (1544-1595), La delivrance de Hierusalem. Mise en vers françois de l’italien de Torquato Tasso par Iean du Vignay. A monseigneur le Prince de Conty, A Paris, ches Mathieu Guillemot et Nicolas Gilles, [1595]. Livres rares et Collections spécialisées : PQ4642 F21 D8 1595.

Théophraste (v. 371 av. J.-C. – v. 288 av. J.-C.), De historia et causis plantarum Latine, Theodoro Gaza interprete, Treviso [Tarvisii], Bartholomaeus Confalonerius, 1483. Bibliothèque Osler : WZ 230 T394h 1483.

Bibliothèque de l’Université de Montréal

Baronio, Cesare (1538-1607), Martyrologium romanum : ad novam kalendarij rationem, et ecclesiasticae historiae veritatem restitutum : Gregorii XIII. Pont. Max. iussu editum accesserunt notationes, atque tractatio de martyrologio romano / auctore Caesare Baronio Sorano, Romae, ex typographia dominici Basae, 1586. Livres rares et collections spéciales. Collection de l’Institut d’études médiévales : SZc BX 4660 A1 1586.

Bottoni, Albertino (m. 1596?), De morbis muliebribus : libri tres / Albertini Bottoni; Ad Sistum Quintum Pontif. Sapientiss. et Max., 2 ed. CVM privilegio, Venetiis, apud Paulum Meietum, 1558. Livres rares et collections spéciales Collection Léo Pariseau : PAB RG 91 B68 1588 U’.

Joannes de Ketham (XVe s.), Fasciculus medicie [sic]. Praxis tam chirurgis quam etiam physicis maxime necessaria : fasciculus medicine nuncupata [...] De judiciis urinarum. De flobothomia. De cautellis venarum. De membris genitalibus. De problematibus. De chyrugia. De egritudinibus particu. De peste communiter evitanda [Petri de Tausignano]. Mundini usualis anatho. Allexandri Achillini anath. De egritudinibus puero [rum Rasis] De venenis omnibus minera. Que omnia post novissimam Venetam [...] impressionem, excussam [...] M. CCCCC. Exactissima diligentia Antonii Francisci Arrivabeni Veneti, et Andree fratum [...] adamussim fuere recognita [...] Adjectis denuo In Mundini anathomiam Allexandri Achillini Bononiensis annotationibus, nec non insigni tractatu de venenis mineralibus, et aliis multis, que in eadem mendosa impressione deerant [...], [Impressum in alma Venetiarum civitate, per Cesarem Arrivabenum, 1522]. Livres rares et collections spéciales : PAB RD 30 K48 1522 U’.

Leon Battista Alberti (1404-1472), L’architecture et art de bien bâtir, Paris, I. Keruer, 1553. Livres rares et collections spéciales : SZc NA 2515 A428 U’.

Machiavel (1469-1527), Tutte le opere di Nicolo Machiavelli cittadino et secretario fiorentino, divise in V. parti, et di nuovo con somma accuratezza ristampate, [s.l., s.n.], 1550. Livres rares et collections spéciales : SZb 854.31 1550.

Palladio, Andrea (1508-1580), I quattro libri dell’architettura, In Venetia, appresso Dominico de’ Franceschi, 1570. Livres rares et collections spéciales : SZc NA 2515 P164.

Pic de la Mirandole (1463-1494), Joannis Pici Mirandulae Omnia opera [...], [Parisiis, Ioannis parvi, 1517]. Livres rares et collections spéciales Collection Hoffmann : SZc 195 P598 1517.

Pie II, pape (1404-1464), Bohemicae historiae Papae Pii Libri. V. ad Alphonsum regem, Venetiis, Bernardinum Venetum de Vitalibus, 1503. Livres rares et collections spéciales Collection Hughes Shooner : SZb DB 2081 P54 1503 U’ livre 5.

Ramusio, Giovanni Battista (1485-1557), Delle navigationi et viaggi, In Venetia, nella stamperia de’ Giunti, l’anno MDLIIII [1554]. Livres rares et collections spéciales Collection canadiana de Louis Melzack : Melzack MZd0049.

–, Primo volume, et Seconda editione delle navigationi et viaggi in molti lvoghi corretta, et ampliata, nella quale si contengono la descrittione dell’Africa, et del paese del Prete Ianni, con varij viaggi, dalla Città di Lisbona, et dal Mar Rosso a Calicut, et insin’ all’isole Molucche, doue nascono le Spetierie, Et la Navigatione attorno il Mondo : Aggiuntovi di nuovo La Relatione dell’ isola Giapan, nuovamente scorperta nella parte di Settentrione. Alcuni Capitoli appartenenti alla Geographia estratti dell’ Historia de S. Giouan di Barros Portoghese [...], In Venetia, nella stamperia de Givnti, l’anno MDLIIII [1554]. Livres rares et collections spéciales Collection canadiana de Louis Melzack : Melzack MZd0047 1554.

Serlio, Sebastiano (1475-1554), Libro primo [sesto] d’architettura / di Sebastiano Serlio, Venetia, Senese, 1566. Livres rares et collections spéciales : SZb NA 2517 S458 1566.

Vitruve (Ier s. av. J.-C.), M. Vitruvii Pollionis De architectura, libri decem, cum commentariis Danielis Barbari, electi patriarchea aquiteiensis : multis aedificiorum, horologiorum, et machinarum descriptionibus, et figuris, unà cum indicibus copiosis, auctis et illustratis, Venitiis, apud Franciscum Senensem et Ioan, Grugher Germanum, 1567. Livres rares et collections spéciales : SZb NA 2515 V57 1567.

Bibliothèque de l’Université Concordia

Botero, Giovanni (1540-1617), Della ragione di stato : libri dieci : con tre libri delle cause della grandezza delle città / de Giovanni Botero Benese, Venetia, appresso i Gioliti, 1598. Collections spéciales Vanier : JC 158 B8 1598.

Brucioli, Antonio (1487-1566), Commento di Antonio Brucioli in tutti i sacrosanti libri del Vecchio e Nuouo Testamento dalla hebraica uerita e fonte greco / per esso tradotti in lingua toscana, In Venetia, [Alessandro Brucioli e i frategli, 1542-1547]. Collections spéciales Vanier : BS 254 1542.

[Église catholique] Concile de Trente (1545-1563), Decreta sacrosancti Concilii Tridentini : ad suos quaeque titulos secundum, iuris methodum redacta, Venise, Typographia Io. Antonium de Fracifcis, 1620. Collections spéciales Vanier : BX 830 1545 A2 1620.

Eusèbe de Césarée, évêque de Césarée (v. 260-v. 340), [De evangelica praeparatione. Ed. Hieronimus Bononius, Tarvisii, M. Manzolinus, 1480.] Collections spéciales Vanier : BR 65 E68D4X 1480.

Flavio Biondo (1392-1463), Blondi Flavii [...] De Roma triumphante lib. X. priscorum scriptorum lectoribus utilissimi, ad totius’q. Romanae antiquitatis cognitionem pernecessarij. Romae instauratae librii III. De origine ac gestis Venetorum liber. Italia illustrata, sive provincias divisa XVIII. Historiarum ab inclinato Ro. imperio., decades III [...], Basileae, [per Hieron. Frobenium et Nicol. Eposcopum], 1559. Collections spéciales Vanier : DG 500 B5.

Henri de Suse, Cardinal (v. 1200 - 1271), Hostíensis aurea summa /Henrici à Segusio Cardinalis; Nicolai Superantii adnotationibus & quibusbam excerptis ex summa celeberrimi I. V. Doct.; Fr. Martini Abbatis (ut ferunt) contemporanei Azonis & Accursii illustrata; nunc tandem ad incorruptum authoris exemplar diligentissimè restituta; cum summariis & indice locupletissimis, Venetiis, apud Gratiosum Perchacinum, 1605. Collections spéciales Vanier : KJA 166 H45 1605.

Manuzio, Paolo (1512-1574), Epistolarum Pauli Manutii, Libri IIII; eiufdem quae praefations appellantur, Venetiis, Aldus, 1560. Collections spéciales Vanier : PA 8547 M5E6+ 1560.

Nardi, Jacopo (1476-v. 1563), Le storie della citta di Firenze : doue con tutte le particolarità, che si possono disiderare si contiene cio che dall’anno 1494, sino all’anno 1531, è successo : con la tavola delle cose notabili, e co’sommari à ciascun libro : aggiuntovi un’istruzione per leggere le storie ordinatamente / di Iacopo Nardi, Firenze, Stamperia di B. Sermartelli, 1584. Collections spéciales Vanier : DG 736.3 N2 1584.

Pétrarque (1304-1374), Opere del Petrarca / con l’esposioni d’Alessandro Vellutello, [Venetia ?], s.n., 1528. Collections spéciales Vanier : PQ 4476 B79 1528.

–, Il Petrarca / con l’espositione di Alessandro Valutello, Venetia, N. Bevilacqua, 1579. Collections spéciales Vanier : PQ 4476 B79.

Platina, Battista (1421-1481), La historia di Battista Platina delle vite de’ pontefici : dal Salvatore nostro fino a Paolo II : piu assai corretta, che fosse mai / con le vite de gli altri pontefici sequenti fino a Pio IIII scritte dal P.F. Honofrio Panvinio da Verona; la quale opera tutta è diuarie annotationi del medefimo Panvinio illustrata; hora ultimamente in miglior forma, e lingua, che prima, nella nostra volgare fauella da Lucio Fauno tradotta, Venetia, per M. Tramezinio, 1563. Collections spéciales Vanier : BX 953 P74+ 1563.

–, Historia delle vite de i sommi pontefici, dal Salvator nostro sino a Clemente VIII. Scritta da Battista Platina, Venise, B. Basa, 1594. Collections spéciales Vanier : BX 953 P75 1594.

–, Delle vite de’ pontefici : dal Saluator Nostro sino a Paolo II / Battista Platina Cremonese; ampliato con le Historie de’ Papi moderni da Sisto IV. sino a Paolo V, scritte dal p.f. Onofrio Panuinio Veronese, da Antonio Cicarelli da Foligno, e da d. Gio. Stringa Venetiano, con l’annotationi del Panuinio, e con al Cronologia ecclesiastica dello stesso, ampliata dal r.m. Bartolomeo Dionigi da Fano, e da d. Lauro Testa; oltre i nomi, cognomi, e patrie di tutti gli cardinali, raccolti per il sudetto Dionigi dall’opere del Panuinio, e da gli atti della Cancellaria Apostolica, e l’effigie di tutti gli pontefici al naturale; e perfettionato in questa impressione con l’aggiunta delle vite di Gregorio XV. e di Vrbano VIII. e con vn supplimento di venti anni alla cronologia di d. Francesco Tomasuccio Venetiano; con tre fedeli, e copiose tauole, vna de’ papi, la seconda de’ cardinali, e la terza delle cose notabili; con privilegio, In Venetia, appresso iI Barezzi, 1643. Collections spéciales Vanier : BX 953 P76+.

Portius Azo (m. v. 1230), Summa Azonis, locuples juris civilis thesaurus / hactanus depravatissima, nunc autem iugi sedulitate & exquisito studio Henrici Dresij [...]; accessere insuper eivsdem Azonis quœstiones, quœ Brocarducæ appellantur, Venetiis, apud G. Bindonum, 1584. Collections spéciales Vanier : K 20 A99+ 1584.

République de Venise (jusqu’en 1797), Volumen statutorum, legum, ac iurium d. Venetorum : cum amplissimo indice omnium materiarum, quae in ipsis statutis continentur alphabetico ordine accomodato : additis correctionibus in creatione serenissimorum principum Barbadici, Lauredani, Grimani, Gritti, Triuisani, Venerij, ac incliti D. Laurentij Priolo : cum sua pratica iudiciali necessaria, ac multis legibus ad curias pallatii pertinentibus / summo studio, labore, ac diligentia D. Iac. Nouello [...] nuper in lucem data, Venetijs, apud Cominum de Tridino Montisferrati, 1564. Collections spéciales Vanier : DG 678.22 V4A2.

Ricordano Malespini (m. v. 1281), Historia antica di Ricordano Malespini gentil’huomo florentino dall’edificazione de Fiorenza per insino all’ anno M.CCLXXXI. Con l’aggiunta di Giachetto suo nipote dal detto anno per insino al 1286. Nuovamente posta in luce, Fiorenza, stamperia de i Giunti, 1568. Collections spéciales Vanier : DG 737.2 M2.

Sacro regio consiglio (Royaume de Naples), Decisiones sacri regii consilii Neapolitani / per Thomam Grāmaticum Neapolitanum [...] ex causis per eum in sacro Regio Neapolitano consilio relatis summa cura, summóque indicio selectæ; his accessere, consilia quaedam pulcherrima, quæstiones perquam vtiles eiusdem auctoris, Venetiis, Joannem Mariam Bonellum, 1569. Collections spéciales Vanier : KKH 9854 A65 1569.

San Dalmazio, Couvent de, Libro dele ricordanze, San Dalmazio, 1526-1755. Collections spéciales Vanier : BX 4220 I8S35X.

Savonarole, Girolamo (1452-1498), Prediche quadragesimali del reverendo p.f. Jeronimo Savonarola da Ferrara [...], In Vinegia, ad instantia di T. Bottietta, 1544. Collections spéciales Vanier : BS 1585.4 S38X.

–, Prediche del reverendo p.f. [i.e. padre fra] Hieronimo da Ferrara, fatte la quadregisima dell’anno 1495 secondo la corte sopra Iob in Firenze / raccolta per uno de suoi frati brevemente, mentre che predicava, & questa è la prima nel di de la dominica della quinquagesima, Venezia, Bascarini, 1545. Collections spéciales Vanier : BS 1415.4 S28X.

Sigonio, Carlo (1524?-1584), Caroli Sigonii De republica Ebraeorum, libri VII : variis annotationibus & antiquitatibus veteris ac Novi Testamenti in theologia maximè necessariis illustrati, & ab erroribus, quibus hactenus scatuerunt, purgati / in lucem editi à Johanne Nicolai. Accessit novus in ipsas annotationes & locupletissimus index, Helmestadii, typis & sumptibus Georg-Wolfgangi Hamml, 1685. Collections spéciales Vanier : DS 116 S54X 1685.

Strada, Famiano (1572-1649), Famiani Stradae Romani è Societate Iesu De bello Belgico decas prima, ab excessu Caroli V imp. Usque ad initia praefecturae Alexandri Farnesii Parmae Placentiaeque ducis III. Editio postrema, correctior & accuratior, [Romae, H. Scheus, 1648]. Collections spéciales Vanier : DH 186 S87+ 1648.

Tanara, Vincenzo (m. 1667), L’economia del cittaidno [i.e. cittadino] in villa / Vincenzo Tanara. Riveduta, ed accresciuta in molti luoghi dal medesimo auttore, con l’aggiunta delle qualità del Cacciatore, Venetia, P. Brigonci, 1665. Collections spéciales Vanier : HD 1970 T3X 1665.

Tudeschi, Niccolo de’, archevêque (1386-1445), Abbatis Panormitani Commentaria : in primum [-......] Decretalium librum [...]; et interpretationem ad Clementinas epistola, Venetiis, [apud Iuntas?], 1571- Collections spéciales Vanier : K 50 N53+.

Valla, Lorenzo (1406-1457), Laurentii Vallae elegantiarum, libri sex : ejusdem de reciprocatione sui, et suus libellus plurimum utilis, Venetia, Aldus, 1536. Collections spéciales Vanier : PA 2311 V2 1536.

Valle, Rolandus a (XVIe s.), Consiliarum sive responsorum / Rolandi a Valle Nunc recèns ab infinitis prope emendis, quibus scatebat, diligenter repurgatus, Venitiis, ex officina Ioannis Baptistæ Somaschi, [v.3 1578-1589]. Collections spéciales Vanier : KKH 9858 V343 1578.

–, Consiliorum sive responsorum / Rolandi a Valle Nunc recèns ab infinitis prope emendis, quibus scatebat, diligenter repurgatus, Venetiis, apud hae redes Ioann. Baptista Somaschi, 1592. Collections spéciales Vanier : KKH 9858 V343 1592.

Vergil, Polydore (1470?-1555), Polydori Vergilii Vrbinatis Dialogorum : De patientia & eius fructus, libri II : De uita perfecta, lib. I : De veritate & mendacio, lib. I : De prodigiis, lib. III, Basileae, per Mich. Isingriniū, 1545. Collections spéciales Vanier : PA 8585 V4A1 1545.

Villalobos, Joannes Baptista à (XVIe s.), Opiniones in iure communes, secundum alphabeti seriem collectae per Ioa. Baptistam à Villalobos. Cum additionibus in hac secunda editione noviter appositis, Venetiis, V. Luchinus bibliopola Romanus excudebat, 1564. Collections spéciales Vanier : KJ 56 V5 1564.

Archives des Jésuites au Canada

Flavius Josèphe (37-100), Josephus de Antiquitatibus ac de bello Judaico, Venetiis, Gregorius de Gregoriis, 1510. Cote : LA / In-Folio / H 006.

Guillaume Durandus (1230-1296), Rationale Divinorum Officiorum. A Gulielmo Durando, Mimatensi Episcopo, I.V.D. Clariss. Concinnatum. Atque nunc recens utilissimis Adnotationibus illustratum. Adjectum fuit praeterea aliud Divinorum Officiorum Rationale. Ab Ioanne Beletho Theologo Parisiensi, ab hinc fere quadringentis annis conscriptum, ac nunc demium in lucem editum, Venetiis, apud Ioannem Antonium Bertanum, 1581. Cote : LA / In-4 / D 040.

Jérôme, saint (v. 347-420), Epistolar vm D. Hieronymi Stridonensis complectens [mot en grec], ideft, que ad explanationem diuinae scripturae pertinent, Romae, Apud Paulum Manutium, Aldi. F. In Aedibus populi Romani cum privilegio Pii. Pont. Max., [tertius tomus], 1565. Cote : LA / In-Folio / D 044.

Nadal, Jérôme, s.j. (1507-1580), Evangelicae historiae imagines, ex ordine Evangeliorum, quae toto anno in Missae sacrificio recitantur, in ordinem temporis vitae Christi digestae. Auctore Hieronymo Natali Societatis IESU Theologo, Antverpiae [Martinus Nutius], 1596. Cote : LA / In-Folio / D 017.

Platus, Jérôme (1548-1591), Hieronymi Plati ex Societate IESU de Bono status religiosi libri tres, quarta editio, ab auctore recognita, et pluribus locis aucta, ac quam diligentissime excussa, Venetiis, apud Franciscum de Francisci senensem, 1591. Cote : LA / In-4 / D 002.

Soto, Petro (m. 1563), Methodus Confessionis Hoc est Ars, sive Ratio, et brevis quaedam via confitendi, in qua peccata, et eorum remedia plenissime continentur. Recognita a F. P. de Soto, in quibusdam locis nonnullis mutatis in aliis nonnullis additis. Accessit breve directorium confessionis D. Ioannis Polanci, theologi societatis IESU, Lovanii, apud Hieronymum Wellaeum, 1576. Cote : LA / In-16 / D 045.

Thomas d’Aquin (1224-1274), Divi Thomae Aquinatis Doctoris Angelici, Quaestiones Disputatae De potentia Dei, De Malo, De virtutibus et De veritate, Romae, apud Iulium Accoltum, 1570. Cote : LA / In-Folio / D 015.

Thomas d’Aquin (1224-1274), Tomus Duodecimus D. Thomae Aquinatis Doctoris Angelici Complectens Tertiam partem Summae theologiae cum commentariis Reverendiss. In Christo patris D.D. Thomae de Vio, Caietani, Cardinalis tituli s. Sisti, Romae, apud haeredes Antonii Bladii, et Ioannem Osmarinum Liliotum socios, 1570. Cote : LA / In-Folio / D 01.

Bibliothèque de la Compagnie de Jésus

Alciati, D. Andreae (1492-1550), Iure consulti Clarissimi, lucubrationum in jus civile et pontificium, Basileae, Thomam Guarinum, 1571. Cote : 3121-3.

Angelus de Clavasio, O.F.M. (1411-1495), Summa angelica de casibus conscientiae per fratrem Angelum de Clavasio, O.F.M., Venetis, Georges Arrivabene de Mantoue, 1504 Cote : 3107-5.

Aquaviva, Claudio (1543-1615), De studio perfectionis et Caritate fraterna [...], Tolosae, Raymundum Colomerium, 1589. Cote : 3027-13

–, Directorium exercitiorum spiritualium P.N. Ignatii, Romae, in Collegio Societatis Iesu, 1591. Cote : 3599-13.

Berardi, Giovanni Bononiensis, episcopi (1380-1449), Brevis summa secundae partis secundae Summae theologicae Divi Thomae Aquinatis, 2 vol., Venetiis, Andream Arivabenum, 1564. Cote : 3081-1.

Cajetan (1469-1534), Summula Caietani Reverendiss. DN. Thomae de Vio Caietani Cardinalis S. Xisti, perquam docta resoluta ac compendiosa de peccatis summula, Venetiis, Bindonum, 1571. Cote : 3064-1.

Ciappi, Marc’Antonio (XVIe s.), Compendio Delle Heroiche, et Gloriose Attioni et Santa Vita di Papa Greg. XIII, [s.l., s.n.], 1596. Cote : 3021-4.

Cicéron (106 av. J.-C. - 43 av. J.-C.), Il Dialogo dell’Oratore di Cicerone. Tradotto per M. Lodovico Dolce. Con la Tavola, Vinegia, Gabriel Giolito de Ferrari, 1547. Cote : 5090.

Fumo Villauren, Bartholomaeus, O.P. (m. 1555), Summa aurea Armilla nuncupata casus omnes ad animarum curam attinentes, breviter complectens a Reveren. P.F. Bartholomaeo Fumo Villauren, o.p., Venitiis, J. B. Somaschi, 1572. Cote : 3116-5.

Maffei, Petro, S.J. (1536?-1603), De vita et morib. Ignatii Loiolae, qui societatem Iesu fudavit, auctore Ioanne Petro Maffeio, Presbytero Societatis eiusdem, libri III, Romae, Franciscum Zanettum, 1585. Cote : 3599-15.

Marcellus, Christophorus (XVIe s.), Rituum ecclesiasticorum sive sacrarum ceremoniarum sacrosanctae Romanae Ecclesiae libros tres, Venetiis, Gregorii de Gregoriis, 1516. Cote : 3599-18.

Pradi, Hieronymi, S.J. (1547-1595), In Ezechielem explanationes et apparatus urbis [...], Romae, [s.n.], 1596. Cote : 3045-1.

Soto, Dominico (1494-1560), Commentariorum in quartum Sententiarum, 2 vol., Venetiis, [s.n.], 1569. Cote : 3070-5.

Soto, Dominico (1494-1560), De Iustitia et Iure, libri decem [...], Venetiis, apud Minimam Societatem, 1594. Cote : 3070-4.

Thomas d’Aquin (1225-1274), Cathena aurea angelici in quatuor evangelia, Lugduni, Antonii Blanchard, 1530. Cote : 5090.

Thomas d’Aquin (1225-1274), Divi Thomae Aquinatis Doctoris Angelici opuscula omnia, Romae, apud Iulium Accoltum, 1570. Cote : 3072-1.

Torsellino, Horatio (1545-1599), Nomenclator seu Vocabularium ad usum Gymnasii Societatis Iesu, Romae, Aloysiuss Zannetium, 1594. Cote : 3027-1.

Bibliothèque et Archives nationales du Québec.

Baronio, Caesar (1538-1607), Martyrologium romanum : ad novam Kalendarii rationem, et ecclesiasticae historiae veritatem restitutum, Gregorii XIII. Pont. Max. jussu editum [...], Antverpiae, ex officina Christophori Plantini, 1589. Collections spéciales : 223.4/B268p/RES.

Benzoni, Girolamo (n. 1519), La historia del Mondo nuovo di M. Girolamo Benzoni Milanese, In Venetia, ad instantia di Pietro, e Francesco Tini, fratelli, 1572. Collections spéciales : RES/AF/271.

Béroalde, Philippe (1453-1505), Opusculu[m] Philippi Beroaldi De terremotu [et] pestilentia cum annotame[n]tis Galeni editu[m] per D. C. Scheurlu[m] Nure[m]berge[n]se[m], Bononie, impressu[m] Bononie per Justinianum de Herberia, anno D[omi]ni 1505 men[se] Junii. Collections spéciales : RES/DE/9.

Flavio Biondo (1392-1463), Blondi Flavij Forliviensis de Roma triu[m]phante libri dece[m] diligentissime castigati : [et] ita suo nitori restituti : ut in iis plus q[uam] duo mille errores corrigantur : habes etiam totius operis tabulas : in quibus omnia cognitu necessaria miro ordine collecta comprehenduntur, Brixiae, impressum per Angelum Brita[n]nicu[m], anno Domini 1503 die ultimo mensis iullii. Collections spéciales : RES/DC/40.

Flavius Josèphe (37-v. 100), Quae in hoc volumine continentur haec sunt. Periocha viginti libro[rum] Antiquitatis judaicae : ab ipso Flavio Iosippo composita : quo lector sine ullo inquisitionis labore admonetur, quid in singulis libris contineatur. Periocha altera librorum septem de Bello judaico : contine[n]s brevem singulorum libroru[m] : et capitu[m] adnotationem. Defensio ipsius historiae de Antiq[ui]tate juadica adversus Appionem Gra[m]maticum Alexandrinu[m] : in qua ostenditur historie ipsius veritas cu[m] maxima authoris eruditione [...], Mediolani, impressum apud Alexandrum Minutianum Ludovico Hornkid in primis suadente, 1514. Collections spéciales : RES/DB/11.

Gomara, Francisco Lopez de (1511-1559?), La terza parte delle Historie dell’Indie. Nellaquale particolarmente si tratta dello scoprimento della Provincia di INCATAN detta Nuova Spagna et delle cose degne di memoria fatte da Spagnuoli nella conquista della grande, et maravigliosa Citta di Messico et delle altre Provincie ad essa sottoposte. Nuovamente tradotta di lingua spagnuola da Lucio Mauro [...], In Venetia, appresso Giordano Ziletti, al segno della Stella, 1566. Collections spéciales : 972/L556/S RES.

Guicciardini, Francesco (1482-1540), La Historia d’Italia di M. Francesco Guicciardini Gentil’huomo Fiorentino, dove si descrivono tutte le cose seguite dal M.CCCC.LXXXXIIII per fino al M.D.XXXII. Riscontrate dal R.P. M. Remigio (Nannini) Fiorentino, con tutti gli Istorici, c’hanno trattato del medesimo e posti in margine I luoghi degni d’esser notati. Con la vita del autore dal medesimo [...], In Vinegia, appresso Gabriel Giolito De Ferrari, 1568. Collections spéciales : RES/BD/40- v.1-2.

Maffei Volateranus, Raffaele (1455-1522), Commentariorum urbanorum Raphaelis Volaterrani, octo et triginta libri, accuratius quam antehac excusi, cum duplici eorundem indice secundum tomos collecto, item Oeconomicus Xenophontis, ab eodem latio donatus, Basileae, in officina Frobeniana, anno MDXXX [colophon : per Hieronymum Frobenium, Ioannem Hervagium, et Nicolaum Episcopium], 1530. Collections spéciales : RES/DB/15.

Manuce, Alde II (1547-1597), Orthographiae ratio ab Aldo Manutio Paulli f. collecta ex libris antiquis, grammaticis, etymologia, graeca consuitudine, nummis veteribus, tabulis aeris, lapidibus amplius M D [...], Venetiis, apud Aldum, 1591. Collections spéciales : 471/M319 RES.

Medina, Pedro de (1493?-1567?), L’Arte del navegar, in laqual si contengono le regole, dechiarationi, secreti, et avisi, alla bona navegation necessarii / composta per l’Eccel. Dottor M. Pietro da Medina; et tradotta de lingua spagnola in volgar Italiano, a beneficio, et utilita de ciascadun Navigante, In Vinetia, ad instantia di Gioanbattista Pedrezano, libraro al segno della Torre, a pie del ponte di Rialto, 1554. Collections spéciales : RES/AD/260.

Pétrarque François (1304-1374), Petrarcha con doi commenti sopra li sonetti et canzone : el primo del ingeniosissimo misser francesco philelphio. Laltro del sapientissimo misser Antonio da Tempo novamente addito. Ac etiam con lo commento del Eximio Misser Nicolo Peranzone, overo Riccio Marchesiano sopra li Triumphi con Infinite nove acute et Excellente Ex positione, Impressum Venetiis, per Gregorium de gregoriis sumptibus Egregii viri Domini Bernardini de tridino. Anno D[omi]ni M.D.VIII. Die XX nove[m]bris, 1508. Collections spéciales : 851.18/P2sn RES.

Platon (v. 427 av. J.-C. - v. 347 av. J.-C.), Omnia Divini Platonis Opera tralatione Marsilii Ficini, emendatione, et ad graecum codicem collatione Simonis Grynaci summa diligentia repurgata [...], Venitiis, apud Ioannem Mariam Bonellum, 1556. Collections spéciales : 888.4/P2fg RES.

Pseudo-Thomas d’Aquin (1225?-1274), Summa totius logicae, Venetiis, impressum per Symone[m] dictu[m] Bivilaqua Papiensem, 1496. Collections spéciales : RES/DD/10.

Ramusio, Giovanni Battista (1485-1557), Delle navigationi et viaggi, Venetia, appresso i Giunti, 1606. Collections spéciales : RES/AB/7.

Sannazaro, Jacopo (1457-1530), Actii Synceri Sannazarii De partu Virginis libri III ejusdem De Morte Christi lamentatio et quae in sequenti pagina continentur, [colophon : Venetiis in aedibus haeredu Aldi et Andreae Soceri, Aldus], 1533. Collections spéciales : 245.6/Sa58al RES.

Scaliger, Julius Caesar (1484-1558), Iulii Caesaris Scaligeri viri clarissimi. De Causis linguae Latinae libri tredecim, [s.l.], Sebastiano Gryphio typographo, apud Petrum Santandreanum, 1584. Collections spéciales : 470.4/Sc45 RES.

Centre canadien d’architecture.

Alberti, Leon Battista (1404-1472), L’architecture et art de bien bastir : divisée en dix livres / tr. de latin en françois, par deffunct Ian Martin, Paris, [Imprimé par R. Masselin, pour] I. Kerner, 1553. Collection Cage : NA44.A334 (W11210).

Cataneo, Pietro (m. 1569), L’architettura / di Pietro Cataneo Senese [...], [In Venetia, Paolo Manuzio, 1567]. Collection Cage : NA2517.C35 (PO3170).

Pacioli, Luca (v. 1445-1517), Divina proportione : opera a tutti glingegni perspicaci e curiosi necessaria oue ciascun studioso di philosophia : prospectiva pictura sculptura : architectura : musica : e altre mathematice : suavissima : sottile : e admirabile doctrina consequira : e delectarassi : co[n] varie questione de secretissima scientia / [frater Lucas Patiolus Burgensis Minoritanus et sacrae theologie professor]; M. Antonio Capella erudiss[imo] recensent, [Venetiis], A. Paganius Paganinus characteribus elegantissimis accuratissime imprimebat, [1509]. Collection Cage : W10310.

Palladio, Andrea (1508-1580), I Quattro libri dell’ architettura, In Venetia, appresso Dominico de’ Franceschi, 1570. Collection Cage : NA44.P164 (ID : 88-B1843).

Serlio, Sebastiano (1475-1554), Libro primo [-quinto] d’architettura /di Sebastiano Serlio [...], In Venetia, appresso Francesco Senese, e Zuane Krugher [...], [1566]. Collection Cage : NA44.S485 (0006156).

Vitruve (Ier s. av. J.-C.), M. Vitruvii Pollionis De architectura libri decem [...], Venetiis, apud Franciscum Franciscium Senensem, et Ioan. Crugher Germanum, 1567. Collection Cage : NA44.V848 (W8778).

Musée Stewart.5

Bordone, Benedetto (1460?-1539), Isolario di Benedetto Bordone [...], In Vinegia, Federico Toresano, 1547 [4e édition]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : G1-1547.

Caroso, Fabritio (n. en 1527?), Nobilità di Dame del Sr. Fabritio Caroso da Sermoneta, Libro altra voltachiamato il ballarino [...], In Venetia, Presso il Muschio, 1605. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : A6-1605.

[Colomb, Ferdinand (1488-1539)], Historie del S.D. Fernando Colombo; nelle quali s’ha particolare, & vera relatione della vita, & de’fatti dell’Ammiraglio D.Christoforo Colombo sua padre [...], In Venetia, Appresso Francesco de’Franceschi Sanese, 1571 [1ère édition]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : HA-1571.

Fabris, Salvatore (1544-1618), Sienza e pratica d’arme [...], Copenhaven, Henrico Waltkirch, [1606]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : A4-1606.

Marinelli, Giovanni (XVIe s.), Gli ornamenti delle donne, scritti per Giovanni Marinello. Et divisi in Quattro Libri, Ne qualisi racconta, come vaghe, & belle possono con l’arte apparir le Donne [...], In Venetia, Apresso Gio, 1610 [1562]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : A5-1610.

Marozzo, Achille (1484-1553), Barattini, Francesco, (illus.), Opera nova de Achille Marozzo Bolgonese [...], [Venise], [Heredi di Marchio, Sessa], 1568. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : A4-1568.

Mercurio, Girolamo (1550-1615), La Commare O Raccoglitrice [...], In Verona, Per Francesco Rossi, 1645. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : S3-1645.

Mora, Domenico (1470-1517), Il soldato di M.Domenico Mora, bolognese, gentilhuomo grisone, et cavalliere academico stoditi nel quale si tratta di tutto, chead un uero soldato, & nobile cavalliere si conviene sapere, & essercitare nel mestiere dell’arme [...], Vinetia, Gabriel Giolito di Ferrari, 1570 [1ère édition]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : M-1570.

Ortelius, Abraham (1527-1598), Marchetti, Pietro Maria, tr., Il Theatro del mondo di Abraamo Ortelio [...], In Brescia, Appresso la Compagnia Bresciana, 1598 [1re édition italienne]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : G1-1598.

Piccolomini, Alessandro (1508-1578), De le stelle fisse [...], In Venetia, Per Gio. Varisco & Compagni, [1564]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : G1-1564.

Piccolomini, Alessandro (1508-1578), Della grandezza della terra e dell’acqua [...], In Venetia, Appresso Giordano Ziletti [...], 1561. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : G1-1561.

Piccolomini, Alessandro (1508-1578), La sfera del mondo [...], In Vinegia, Appresso Giovanni Varisco, & Paganino Paganini, [1564]. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : G1-1564.

Piccolomini, Alessandro (1508-1578), La sfera del mondo [...], In Venetia, Per Giovanni Varisco e Compagni, 1566. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : G1-1566.

Porcacchi, Tommaso (1530-1585), L’Isole piu famoso del mondo [...], In Venetia, Appresso Gli Heredi di Simon Galignani, 1590. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : G1-1590.

Ramusio, Giovanni Battista (1485-1557), Delle Navigationi et viaggi [...], In Venetia, Nella Stamperia de Giunti, 1588/1583/1556. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : E-1556.

Ripa, Cesare (1560-1645), Iconologia, o vero descrittione d’imagini delle virtu [...], In Padoua, Per Pietro Paolo Tozzi [...], 1611. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : A-1611.

Ruini, Carlo (1530-1598), Anatomia del cavallo infermita [...], In Venetia, Appresso Fiorauante Prati, 1618. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : S3-1618.

Sacro Bosco (m. en 1256?), Johannes de, Sphera volgare novamente tradotta [...], Venise, Bartholomeo Zanetti, 1537. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : S-1537.

Tagliente, Giovanni Antonio (XVe-XVIe s.), Lo presente libro insegna la vera arte delo excellete scrivere [...], Vinegia, Pietro di Nicolini da Sabio, 1547. Collection de la bibliothèque David M. Stewart : A1-1547.

Vecellio, Cesare (1521?-1601), De Gli Habiti antichi, et moderni di diverse parti del mondo libri due, fatti da Cesare Vecellio, & con discorsi da lui dichiarati, In Venetia, Presso Damian Zenaro, 1590 [1re édition]. Co

Note

1 Brenda Dunn-Lardeau e Johanne Biron (a cura di), Le livre médiéval et humaniste dans les Collections de l’UQAM. Actes de la première Journée d’études sur les livres anciens, suivis du Catalogue de l’exposition « L’Humanisme et les imprimeurs français au XVIe siècle », Montréal, Département d’études littéraires, Université du Québec à Montréal, Figura, Centre de recherche sur le texte et l’imaginaire, coll. « Figura », 2006, p. 206.

2  Cinque di questi lavori erano già stati oggetto di una presentazione alla conferenza della RSA (Renaissance Society of America), 8-10 aprile 2010 a Venezia ; a questi, sono stati aggiunti altri tre articoli per il volume.

3  Richard Virr e Milada Vlach, Apud Aldum: Aldines in the Libraries of McGill University, Montréal, Montreal Rare Books and Special Collections Division, McGill University Libraries, 2000, xxx p., 66 p., ill. facsims.

4  Cosmas de Villiers, Bibliotheca Carmelitana, Orléans, 1752; Gabriel Wessels, O. Carm. [rist. e dir.], Roma, 1927, vol. 1, col. 219-232.

5  La chiusura per un anno del Museo al fine di lavori di restauro ha impedito il reperimento completo di quattro libri : G. Ruscelli, The secretes of the Reverende Maister Alexis of Piemount [...], London, H. Bynneman, 1568 ; G. Mercuriale, De arte gymnastica, Paris, J. du Puys, 1577 ; A Piccolomini, La philosophie et institution morale, Paris, A. Langelier, 1585 ; G. B. della Porta, De humana physiognomonia, Vici Aequensis, J. Cacchium, 1586.

Per citare l'articolo

Brenda Dunn-Lardeau, «Gli umanisti dell’Italia del Rinascimento nelle collezioni dell’UQAM e di altri istituti pubblici e universitari montrealesi.», Line@editoriale [En ligne], N° 004 - 2012, Varia, mis à jour le : 11/05/2017, URL : http://revues.univ-tlse2.fr/pum/lineaeditoriale/index.php?id=396.

A proposito dell'autore :  Brenda Dunn-Lardeau